Il Natale in Salento: presepi viventi, eventi e gastronomia

Cosa fare, cosa vedere, cosa visitare e cosa mangiare a Natale in Salento

La parola Salento evoca il mare, il sole, il caldo e le vacanze estive per eccellenza. Ma il Salento non è solo questo: in questo terra ricca di tradizioni, di patrimonio artistico e culturale, ogni stagione rappresenta il periodo giusto per staccare dalla routine del lavoro e concedersi un momento di relax.

Booking.com

Anche il Natale in Salento è una di quelle esperienze da fare nella vita: qui la magia del clima natalizio si fonde con le tradizioni del passato e con l’arte che lo caratterizza e lo rende così affascinante.

Concedersi una vacanza a Natale in Salento vuol dire fare un tour di tutti i borghi che lo popolano, tra presepi viventi, luminarie, villaggi di Babbo Natale e tanti piatti tipici del Natale che vi faranno ritornare a casa con il bottone dei pantaloni che tira.

Luminarie

L’allestimento luminoso più sfarzoso e brillante dedicato al Natale è senz’altro quello di Lecce, il capoluogo di provincia del Salento: un cielo con circa 80mila punti luce e una piazza illuminata a festa dal tradizionale albero di Natale, dalla Carrozza di Babbo Natale, da una Stella cometa, una pallina enorme e una cornice per le foto ricordo. Ma non solo: tutta la zona barocca è illuminata a festa, così come anche tutta la zona commerciale.

Ma anche Maglie e via via tutti i borghi più piccoli offrono installazioni luminosi, più o meno tradizionali. A Tricase per esempio, in piazza Pisanelli, son presenti delle installazioni dedicate ai bambini: la più grande rappresenta un enorme coniglio luminoso e poi renne, pinguini e personaggi disney.

Presepi Viventi

Molti centri e borghi, in questo periodo, allestiscono Presepi Viventi che rendono omaggio alla nascita di Gesù Bambino e che fondono ritualità e antichi mestieri della tradizione popolare.

Una delle rappresentazioni più suggestive e famose del Salento è quella di Tricase: situato su una collina ricca di olivi e querce (chiamata Monte Orco), è uno dei più antichi che festeggia quest’anno la 40esima edizione. Lo scenario paesaggistico su cui viene allestito, l’illuminazione e la progettazione di ogni singola scena e i numerosissimi figuranti, fanno si che questo sia uno dei presepi più visitati del Salento proprio per la sua bellezza.

Ma anche altri borghi, allestiscono i Presepi Viventi: Castro, Alliste, Sanarica, Specchia, Vernole, Nardo, Barbarano del Capo. Ognuno caratteristico e originale, nella sua unicità.

Villaggio di Babbo Natale

Anche per i più piccini, il Natale in Salento può essere magico. In diversi paesi, infatti, è stato allestito un villaggio dove poter incontrare Babbo Natale e far sognare i più piccini.

Il più grande e più noto in assoluto quest’anno è il “Wonder Christmas Land” allestito ai piedi del Castello Angioino di Gallipoli, dove non solo è possibile incontrare Babbo Natale ma si viene risucchiati in un’atmosfera magica, fatta di spettacoli, elfi, balli, renne, neve e fate.

Se siete in vacanza con i più piccini, questo Villaggio è una tappa obbligatoria. Per cui, in macchina o tramite il servizio di navetta Gallipoli, è assolutamente consigliato andarci.

Gastronomia

Tra le tradizioni Natalizie del Salento, non possono mancare i piatti tipici di questo periodo dell’anno: pittule, porceddhuzzi, carteddhate, pasta col baccalà… tutti piatti che potete trovare nei ristoranti locali o nelle sagre di paese. Per esempio, il 24 Dicembre a Specchia, si svolge la sagra della pittula dove è possibile assaggiare alcune di queste specialità intorno alla focareddha, un falò che riscalda le mani e il cuore di chi aspetta con gioia il Natale.

Il Salento è magico e piace ad adulti e bambini, anche quando fa troppo freddo per andare al mare.