Thailandia: tra sogno e realtà

Thailandia: tra sogno e realtà

Quando si sceglie la Thailandia come meta di un viaggio non si sbaglia mai. Questo per me è un dogma inconfutabile. I motivi sono tanti. Ovviamente in primis quello paesaggistico. La Thailandia è un paese veramente  bello e può soddisfare i desiderata di varie tipologie di viaggiatori. Ovviamente soddisferà gli appassionati di mare perché in questo angolo di mondo troverete alcune delle più belle spiagge del pianeta. Lasciando magari da parte la ormai troppo sfruttata Phuket (che comunque rimane ancora una gran bella isola) avrete spettacolari opzioni anche a Samui piuttosto che a Phangan, se sceglierete isole un po’ più grandi e con possibilità di abbinare alla vacanza anche un po’ di divertimento. Se invece vorrete fuggire da qualsiasi tipo di contatto con il resto del mondo le Isole Similan a nord di Phuket, così come le svariate isole a sud di Krabi, faranno sicuramente al caso vostro. Ma come scritto all’inizio la Thailandia riesce a soddisfare diverse tipologie di viaggiatori, quindi dirigendovi al nord avrete la possibilità di visitare la zona del triangolo d’oro tra Chiang Mai e Chiang Rai che vi farà scoprire paesaggi e tribù montane lasciando nei vostri occhi e nei vostri cuori ricordi indelebili.

Booking.com

Thailandia: tra sogno e realtà

La Thailandia è una delle mete più citate nel travel blog di Marco Podestà Voglio Andar Via.

Trai motivi che rendono la Thailandia una destinazione particolarmente accattivante c’è anche l’indubbia convenienza economica. Oggi, al di fuori ovviamente dei picchi di alta stagione, si può facilmente volare a Bangkok dall’Italia con tariffe comprese trai 4 e i 500 euro. Le compagnie migliori, anche in termini economici, sono a mio avviso quelle dei paesi del Golfo Persico. Quindi sicuramente Emirates, Etihad e Qatar Airways ma anche la piccola Oman Air che generalmente ha tariffe ancor più convenienti delle “sorelle” maggiori.

Un altro aspetto che vi stupirà di questo affascinante paese è la sua variegata ed ottima cucina. La cucina Thai, rispetto alle altre del sud est asiatico, è a mio avviso più vicina alle nostre abitudini. Riso fritto (in realtà saltato) con verdure, uova e pollo o gamberi così come il famoso Pad Thai (tutto sommato simile al riso fritto ma con pasta di riso e noccioline) vi sazieranno a dovere non facendovi rimpiangere la nostra adorata cucina. Potrete poi sperimentare le varie zuppe (Tom Yam e Tom kha gai ad esempio) da abbinare al riso bianco Thai. E chiaramente, se sarete al mare, pesce e crostacei alla griglia a non finire.

E per concludere il quadro non si può non fare un accenno alla popolazione Thai, sempre particolarmente dolce, gentile e sorridente. Sarà forse per i dogmi Buddhisti ma i thailandesi sono sempre estremamente disponibili e sorridenti e ben difficilmente avrete guai o problemi se non ve li andrete a cercare col lanternino. In tal senso qualche problemino lo hanno avuto di recente alcuni concittadini. Dei ragazzi che a Krabi hanno avuto la brillante idea di strappare la bandiera nazionale hanno passato qualche giorno in cella (eh si, in questo paese il rispetto per il paese non è da cestinare come da noi) ed un altro che evidentemente impropriamente ha buttato li una battuta in aeroporto al controllo bagagli sull’avere o non avere una bomba anche lui ha passato l’anima dei guai. Quindi sappiate che sarete in un paese che vi accoglierà e vi coccolerà in tutti i modi ma non fatevi mai venire in mente di mancare di rispetto al paese, al Re e alla religione.

thailandia

Sono stato tante volte in Thailandia, almeno una decina, ed ogni volta che ci torno, anche in posti dove già sono stato, è sempre un grande piacere. Quindi il mio consiglio d’autore, se ancora non ci siete stati, è di farvi un salto in questo spettacolare angolo del sud est asiatico….d’altronde la Thailandia si autodefinisce the land of smile…la terra del sorriso.

Recensione di Marco Podestà
Travel Blogger  –  www.voglioandarvia.it