Vacanze e Social: consigli per far convivere le due cose in completa sicurezza

Attenzione al Wifi

Booking.com

Facebook offre una nuova opzione di localizzazione delle rete wifi più vicine, utilissima soprattutto in quelle località in cui la connessione di rete si rivela più debole.

Password Sicura

La sicurezza è importante anche lontano da casa (soprattutto lontano da casa!), quindi è fondamentale scegliere password sicuree difficili da indovinare, onde evitare accessi indesiderati al proprio profilo.

Autenticazione a due fattori

Instagram prevede una misura aggiuntiva per mantenere a livelli massimi la sicurezza: si tratta dell’autenticazione a due fattori, ovvero un codice a 6 cifre richiesto ogni volta che si accede alla piattaforma social da un nuovo dispositivo.

Codice di sicurezza

La stessa cosa vale per Facebook, che una volta effettuato l’accesso da un nuovo device sconosciuto invia sul cellulare un codice di sicurezza con il quale confermare l’accesso.

Filtro ai commenti

Paura di trovare commenti indesiserati su Instagram? no worries, c’è un’opzione privacy anche per questo: potrete infatti inserire un’opzione filtro ai commenti che contengono determinate parole, frasi, hashtag ed Emoji, personalizzabili da voi stessi. Poi, come in molte altre piattaforme, è possibile anche la mossa più drastica: disattivare in totum i commenti su uno o più post.

Impostazioni di Privacy

È importante capire cosa possono vedere gli estranei del tuo profilo Facebook e chi può cercarci sulla piattaforma social; possiamo gestire tutto ciò attraverso le impostazioni sulla privacy; lo stesso può essere fatto su instagram, scegliendo l’opzione “profilo privato” e approvando ogni nuovo follower, così da avere un pubblico scelto e controllato.

Pensare prima di condividere

I post sono privati, ma su Instagram il profilo è pubblico, e chiunque può vedere l’immagine iniziale, il nome dell’utente e la biografia di presentazione. Badate quindi al tipo di informazioni che volete divulgare su di voi, perché sono dati accessibili a tutti; per citare il tormentone dell’estate scorsa, consigliamo un approccio alla: “vorrei, ma non posto”.

Controllate i contenuti

Avete paura di venire taggati dagli amici in una foto oscena? Se siete coscienti di avere amici infami che pubblicherebbero senza scrupoli una foto con un vostro doppio (o triplo) mento, che non si fanno problemi a immortalarvi dopo un paio di bicchieri e che vi taggano senza remore sui social, attivate subito l’opzione che vi permette di controllare i contenuti in cui siete taggati prima che il tag appaia sul vostro profilo. SImilmente, fatevi due domande prima di taggare i vostri amici in una foto, e assicuratevi che siano consenzienti e che non ci siano minori all’interno del frame.

Perseguitati dalla geolocalizzazione

In questo senso, Facebook sta diventando un vero e proprio stalker seriale: anche a voi capita che vi avvisi di una pioggia imminente nei paraggi o che vi avverta quando un amico è nelle vicinanze? Questo perché avete attivato la geolocalizzazione, ovvero una sorta di gps che fa in modo che il Signor Zuckemberg sappia anche quando state andando in bagno. Ma volete veramente che tutti sappiano dove siete in ogni momento? Il nostro consiglio è di lasciare ad amici e parenti un minimo di mistero, così avrete di che parlare una volta tornati a casa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *