Viaggiare in vespa

Viaggiare in vespa: un fascino unico ed eterno

Che il viaggio in vespa fosse del tutto particolare lo si era capito già da moltissimo tempo. Più o meno da quando la vespa è entrata nell’immaginario collettivo come una vera e propria opera d’arte. Una di quelle che meritano una gran attenzione e che sono riuscite nel tempo a ritagliarsi un posto nei film, libri, opere d’arte e così via. Insomma, i racconti di viaggio sulla vespa hanno un fascino particolare difficile da descrivere. Uno di quelli che sono in grado di dare un tocco in più a un qualsiasi viaggio, anche a quello che, apparentemente, è il più noioso.

Booking.com

Tuttavia, non appena ci si metta in sella alla vespa e si schiaccia la maniglia del gas che ecco tutto cambiare: il mondo inizia a sfrecciare vicino al volto alla velocità della vespa, si passano le cittadine e le campagne, si osserva la natura circostante, si guardano le macchine passare e magari s’incontra pure qualche altra vespa.

Le vespe, poi, non sono fatte per rompersi sempre. Tutt’altro: sono delle moto molto affidabili che possono fare diversissimi chilometri senza rompersi. Certo, se la vespa è vecchia e necessita di qualche aggiustatura, niente e nessuno potrà prevenire la rottura di questo o quello dettaglio, ma in via generale è uno dei mezzi più affidabili che ci possano essere. Così, durante un viaggio in vespa bisogna pur restare attenti alle rotture, ma anche evitare di perdersi il meraviglioso viaggio che la vespa potrebbe offrire. Inoltre la vespa può offrire al viaggiatore anche la possibilità di portarsi dietro dei notevoli bagagli (e chi non li vorrebbe?) eseguendo quindi un viaggio completo in tutto e per tutto.

Viaggiare in vespa: i terreni e le difficoltà

Sempre carica di bagagli, una vespa è comunque in grado di offrire al viaggiatore un’esperienza a dir poco meravigliosa. Sul lento scorrere delle colline, delle avventure, dei volti delle persone. Per vedere tutto ciò che è possibile farne, per andare oltre e oltre ancora nonostante i terreni sconnessi, le strade di campagna, le difficoltà meccaniche della vespa stessa e così via.

Durante un viaggio in vespa bisogna prestare moltissima attenzione a tutti i fattori che potrebbero influire sul viaggio fino a comprometterlo. I terreni sabbiosi, rocciosi, l’asfalto, ma anche gli agenti atmosferici sono tutti degli elementi in grado d’influenza, anche in maniera abbastanza evidente e pesante, il viaggio in sella a una bella vespa. Al più se si tratta di una vespa d’epoca d’oro delle vespe. Quella risalente ai bei tempi passati in cui le vespe si vedevano non solo per le città italiane, ma anche molto lontano dai suoi confini.

Le molte migliaia di chilometri che si possono fare in sella a una vespa non rappresentano che una minima parte di tutte le soddisfazioni che si possono ricavare da un viaggio così lungo e immenso. Certo, per alcuni versi anche un viaggi faticoso, ma pur sempre un viaggio davvero degno di quel nome. Uno di quelli che p in grado di regalare al viaggiatore moltissimi ricordi stupendi. Tanto che, – ed è una statistica più che valida e reale, – sono in molti coloro che vogliono ripetere l’esperienza. E cosa succederebbe se in sella a una vespa si riuscisse per davvero a compiere il giro del globo? Un sogno.

Quanto spendere per viaggiare in vespa?

Nonostante fosse messa a punto moltissimi anni addietro, la vespa si è nel tempo riconfermata come una moto economica e adatta a più occasioni ed eventi. Così per viaggiare in sella a una vespa per moltissimi chilometri non servono né tanti soldi, né tante attrezzature. tutto ciò che serve per davvero è semplicemente la passione del viaggio: l’eterna volontà di andare sempre in avanti senza fermarsi mai, di superare gli ostacoli, di arrivare laddove nessuno è ancora arrivato con una vespa.

Questo è il fascino del viaggio che ognuno di noi può compiere, mettendo almeno per qualche attimo in stand by la solita inutile ricerca dei soldi e della fortuna per trovare la tranquillità e il relax altrove. Per camminare, scoprire, dirigersi verso nuovi posti ed evolversi. Certo, ci saranno tante sfide da superare e moltissime difficoltà da sostenere, ma, in fin dei conti, cos’è la vita se non una grande sfida?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *